giovedì 24 giugno 2010

skins

Effy danzava, come sempre, mentre avanza passo dopo passo. Sembrava una ballerina e una tigre maestosa con quella grazia, energia e forza che veniva emanata dalla sua semplice presenza. e Freddie la stava aspettando, come si aspetta la propria fine, ma la sia accetta completamente perchè si sa che senza di lei la vita è inutile, una semplice scatola vuota insipida, e senza scopo.
e nei loro sguardi si vedeva un qualcosa di unico di strano,un filo invisibile forte come un uragano e fragile come una tela di ragno, magico e raro..che non potevi comprendere fino in fondo. quello sguardo è destinato a pochi eletti, pochi folli e saggi hanno potuto viverlo.
sentire gli occhi di uno che si chiudono nel sonno dell'altro,
diventando un essere solo,
folle e assetato di vita,
e così terribilmente fragile,
e bisognoso di cure,
di essere difeso e protetto.
un amore eterno e dannato.